Il Cannochiale n° 2-3, 2015
Corporis humani fabrica. Percorsi nell’opera di Spinoza

R. FINELLI, S. MANZI-MANZI, P.-F. MOREAU, F. TOTO (a cura di)

publié en septembre 2016, 246 p.
ISBN 0008-5618

Table des matières

Introduzione

P.-F. Moreau, Alcune difficoltà nell’analisi spinoziana dei rapporti tra mente e corpo
V. Morfino, Sull’essenza dei corpi non esistenti
C. Santinelli, Sentire il corpo. Constitutionis suae sensus e conciliatio sui tra Seneca e Spinoza

D. Collacciani, Regole dell’urto e composizione dei corpi in Descartes e Spinoza
P. Totaro, Corporeità e passioni tra Descartes e Spinoza C. Jaquet, Dal corpo al nostro corpo. L’idea di sé e del corpo proprio in Spinoza

F. Toto, Corporis temporanea foelicitas. Aspetti del corpo nel Trattato teologico-politico di Spinoza
F. Piro, Variazioni su un vermiculus. I corpi e le loro complessità in Spinoza e Leibniz

J. Henry, Corpi individuali e corpi collettivi : dalla fisica alla politica
L. Bove, A cosa è tenuto un corpo secondo Spinoza ? La prudenza : dalla fisica alla storia

R. Evangelista, Corpi e movimento. Una critica mate- rialista a Spinoza
R. Finelli, Al di là del nome del padre. Spinoza e la psi- coanalisi

L. Vinciguerra, Lineamenti per un’estetica spinoziana

Voir en ligne : Site de la revue